Valuta della Turchia e prezzi in Turchia

Valuta della Turchia e prezzi in TurchiaSe stai programmando un viaggio in Turchia, è una buona idea utilizzare la tua carta di credito. Se hai intenzione di effettuare prelievi bancomat, Visa o Mastercard sono buone opzioni. Puoi anche usare Wise per trasferire denaro. Altre opzioni includono Western Union e MoneyGram. In media, avrai bisogno di circa 20-30 USD al giorno e fino a 100 USD se soggiorni in un hotel di lusso.

Visa e Mastercard sono ideali per i prelievi bancomat

Quando visiti la Turchia, assicurati di portare con te la tua carta di credito o di debito. Le carte di credito più accettate in Turchia sono Visa, Mastercard ed Eurocard. Tuttavia, anche American Express è ampiamente accettata. Se hai bisogno di fare acquisti più piccoli, potresti dover usare contanti. Tuttavia, se prevedi di fare acquisti più grandi, puoi sempre utilizzare la tua carta.

Puoi anche utilizzare la tua carta per acquistare prodotti e servizi su siti Web stranieri. Una carta di credito può essere molto utile se si desidera effettuare acquisti online e prelievi bancomat. Oltre a ciò, il costo di emissione e mantenimento di una carta è basso. Questo lo rende perfetto per gli studenti che visitano la Turchia.

Oltre a Visa e Mastercard, American Express è accettata anche in molti luoghi della Turchia. Se hai intenzione di utilizzare American Express a Istanbul, potresti trovarlo in alcuni degli hotel e ristoranti di fascia alta. Tuttavia, dovresti comunque tenere contanti con te. Gli sportelli automatici possono accettare la tua carta e possono essere un luogo sicuro dove tenere i tuoi contanti mentre sei in Turchia.

Per i prelievi bancomat in Turchia, sia Visa che MasterCard sono l’ideale. Sebbene possano avere commissioni più elevate, possono ridurre significativamente l’importo che trasporti durante il viaggio. Dovresti sempre leggere i termini e le condizioni sulle carte prima di usarle. Tieni presente che alcuni bancomat potrebbero imporre commissioni aggiuntive.

Le banconote da 5 e 50 lire sono molto simili

La lira turca fu introdotta come valuta nel 1844 dall’Impero Ottomano. Le nuove banconote turche presentano una foto di Mustafa Kemal Ataturk. L’Ataturk Reservoir fa parte del progetto idraulico nazionale GAP.

I disegni posteriori delle note sono in gran parte gli stessi. Ci sono alcune differenze, ma i design del dorso sono molto simili in tutto il paese. Le banconote da cinque lire e cinquanta lire hanno un design simile. Le cinque lire hanno un ritratto di Ataturk mentre le 50 lire presentano un altro eminente turco.

Troverai molti bancomat in tutta la Turchia. Tuttavia, se hai intenzione di fare la maggior parte dei tuoi acquisti in città, è meglio portare con te contanti. Le banconote turche hanno una striscia olografica e un filo di sicurezza incorporato. Quando le note sono tenute sotto una luce UV, diventano fluorescenti in blu. Puoi anche trovare una vasta gamma di bancomat che accettano carte di credito in tutta la Turchia. Tuttavia, se la società della tua carta di credito non accetta la tua carta in Turchia, è meglio utilizzare un’altra valuta.

La lira turca è la valuta ufficiale della Turchia. La lira fu introdotta per la prima volta nell’impero ottomano. Inizialmente era equivalente a una moneta d’oro. Successivamente, la carta moneta ha sostituito la lira ottomana e il nome lira è diventato sinonimo di banconote.

La valuta turca è relativamente instabile. Tuttavia, la sua banca centrale si sta adoperando per migliorare la liquidità della sua lira. Per aumentare la liquidità dei depositi in valuta estera, ha aumentato il suo coefficiente di mantenimento dei titoli. Le banche turche devono ora detenere una percentuale di obbligazioni maggiore rispetto ai loro depositi in valuta estera. Il rapporto è aumentato dal 3% al 5% a partire da questo mese. La banca centrale afferma che ulteriori misure saranno prese quest’anno e il prossimo.

La valuta falsa è un grave problema in Turchia

La valuta falsa è un grosso problema in Turchia, che costa miliardi di dollari a consumatori e governi. Secondo un rapporto BASCAP, l’impatto economico totale delle contraffazioni in Turchia è di circa 10 miliardi di dollari. Ciò include importazioni contraffatte, produzione e consumo interni e pirateria digitale. In definitiva, questa attività sta contribuendo all’alto tasso di disoccupazione del paese e rappresenta un grave drenaggio per l’economia turca.

Anche se non puoi essere certo che i soldi che stai per spendere non siano falsi, puoi provare a individuare le note false a colpo d’occhio. Per rilevare la valuta falsa, cerca un sottile filo metallico nero che attraversa il centro della banconota. Nel caso della lira turca, sarà più difficile trovare banconote false, ma puoi utilizzare una speciale luce UVA per verificare la filigrana.

Per combattere il problema, il governo ha adottato misure legali per vietare il denaro contraffatto. Ha emanato una legge, l’articolo 5237, che affronta i reati relativi alla falsificazione di denaro e titoli. Afferma che chiunque produca o importi valuta contraffatta rischia una pena detentiva da due a dodici anni.

Il New York Times ha riferito di un’ondata di denaro falso nel 1992, rivelando che la CIA e altri agenti avevano introdotto valuta contraffatta in Iraq come parte di una campagna di destabilizzazione guidata dagli americani contro l’Iraq. È stato rivelato che questi dinari contraffatti sono stati introdotti di contrabbando in Iraq attraverso i paesi di confine della Giordania e della Turchia.

Sebbene il problema della valuta contraffatta non sia limitato alla Turchia, il governo ha adottato misure per affrontarlo. Uno di questi passaggi include il divieto dell’uso di valuta falsa in Turchia. Questa nuova legislazione mira a impedire alle organizzazioni terroristiche di finanziare le loro operazioni. Mentre la nuova legge mira a combattere il terrorismo, la nuova legge ostacola anche il lavoro delle organizzazioni della società civile. Inoltre, la Financial Action Task Force ha inserito la Turchia nella sua “lista grigia” per un maggiore monitoraggio. Ciò è dovuto all’incapacità della Turchia di combattere efficacemente il riciclaggio di denaro e di attuare una supervisione basata sul rischio del settore no profit.

Rivalutazione della lira turca

La lira turca fu utilizzata per la prima volta nel 1923. Fino al 1946 era ancorata alla sterlina britannica, al franco francese e al dollaro USA e aveva sei zeri. Questa valuta, tuttavia, ha perso valore nel corso degli anni ed era quasi priva di valore. Ad esempio, se si volesse comprare una tazza di tè, costerebbe un milione di lire nel 1923 e un milione di lire nel 2006. Tuttavia, quel prezzo è cambiato dopo che la lira è stata rivalutata.

Il deprezzamento della valuta è stato in gran parte causato dall’inflazione cronica. Alla fine del 2001, la vecchia lira veniva scambiata a 1,65 nuova lira rispetto al dollaro USA. Nel frattempo, il leu rumeno ha superato brevemente la lira come valuta meno apprezzata al mondo. Il governo ha adottato misure per alleviare questa svalutazione.

Si prevede che una rivalutazione influirà sui prezzi in Turchia. Nel frattempo, le imprese di costruzione dovranno attendere che i prezzi della lira turca si stabilizzino e salgano. Di conseguenza, i prezzi degli immobili in Turchia non cambieranno immediatamente.

La Nuova Lira Turca (TRY) è la valuta ufficiale della Turchia. È la valuta ufficiale in Turchia e Cipro del Nord. La nuova lira è denominata in 100 nuove monete kurus ed è solitamente abbreviata in YTL. La Turchia ha registrato un alto tasso di inflazione e ha subito diverse rivalutazioni in passato.

Il valore della lira turca è strettamente legato al dollaro e la fluttuazione del tasso di cambio influenzerà i prezzi in Turchia. Sebbene ci siano molti fattori che possono influenzare il valore di questa valuta, alcuni dei fattori più importanti per l’economia turca includono l’importo del debito estero di un paese e il tasso di interesse.